«Se la vita può iniziare molto facilmente, allora devo dire che non c'è alcun Dio. Se, invece...». Paul Dirac, uno degli scopritori della fisica quantistica, parla dell’ipotesi Dio

- Scritto da Redazione de Gliscritti: 01 /12 /2013 - 14:14 pm | Permalink
- Tag usati:
- Segnala questo articolo:
These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • email
  • Facebook
  • Google
  • Twitter

Riprendiamo dall’edizione inglese di Wikipedia un passaggio da una conferenza tenuta da Paul Dirac nel 1971 – si cita come fonte Helge Kragh, (1990), "The purest soul". Dirac: A Scientific Biography, Cambridge University Press, 1990,  pp. 256–257. Non è stato possibile verificare l’esattezza della citazione. La traduzione è di Giovanni Lonardo. Restiamo a disposizione per l’immediata rimozione se la sua presenza sul nostro sito non fosse gradita a qualcuno degli aventi diritto. I neretti sono nostri ed hanno l’unico scopo di facilitare la lettura on-line. Per ulteriori approfondimenti, vedi la sezione Scienza e fede.

Il Centro culturale Gli scritti (1/12/2013)

Potrebbe essere estremamente difficile che la vita abbia avuto inizio. Potrebbe essere così difficile che la vita abbia avuto inizio, che è successo solo una volta tra tutti i pianeti. [...] Consideriamo, soltanto come una congettura, che la probabilità che la vita abbia inizio, quando si verifichino le condizioni adatte, sia di 10 ^-100 (n.d.t.: si tratta della frazione 1/googol, ovvero 1 diviso il numero intero esprimibile con 1 seguito da 100 zeri, cioè 1 diviso 10 elevato alla centesima potenza, ovvero un numero incredibilmente piccolo). Non ho alcun motivo logico per proporre questa idea, voglio solo che la consideriate come una possibilità. In queste condizioni [...] è quasi certo che la vita non avrebbe avuto inizio. E mi sembra che in queste condizioni sarebbe necessario ipotizzare l'esistenza di un Dio perché la vita possa avere avuto un inizio. Vorrei, quindi, stabilire questa connessione tra l'esistenza di un Dio e le leggi fisiche: se le leggi fisiche sono tali che l’inizio della vita soggiace ad una probabilità troppo piccola, in modo che non sia ragionevole supporre che la vita possa avere origine solo dal cieco caso, allora ci deve essere un Dio, e tale Dio starebbe probabilmente mostrando la sua influenza nei salti quantici che avvengono in seguito. D'altra parte, se la vita può iniziare molto facilmente e non ha bisogno di alcuna influenza divina, allora devo dire che non c'è alcun Dio.