De Gregori, Branduardi, Carboni & co.: cantautori sul Natale

- Scritto da Redazione de Gliscritti: 25 /01 /2015 - 14:10 pm | Permalink
- Tag usati: ,
- Segnala questo articolo:
These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • email
  • Facebook
  • Google
  • Twitter

Riprendiamo sul nostro sito i testi ed i video di alcune canzoni di cantautori italiani sul Natale.

Il Centro culturale Gli scritti (6/1/2015)

1/ Natale di seconda mano, di Francesco de Gregori

Oggi è tempo d'incendi, organizziamo presepi
Dalle stelle tu scendi e ci senti e ci vedi
Addormentati in panchina o indaffarati a far niente
Ed il freddo che arriva, ci brucia e ci spegne
Non c'è nessun segreto, nessuna novità
Non c'è nessun mistero, nessuna natività
Io ti regalo una foglia da masticare col pane
E tu una busta di vino per passare la fame

Sior capitano aiutaci a attraversare
Questo mare contro mano
Sior capitano, da destra o da sinistra non veniamo
E questa notte non abbiamo
Governo e parlamento non abbiamo e ragione
Ragione o sentimento non conosciamo
E quando capita ci arrangiamo
E ci arrangiamo
E ci arrangiamo
Con documenti di seconda mano
Con documenti di seconda mano

Oggi è tempo d'attesa, organizziamo qualcosa
Mentre balla sul marciapiede, la vita in rosa
Che ci guarda e sorride e non ci tocca mai
Ultimi di tutto il mondo, piccoli fiammiferai
Non c'è nessun perdono in tutta questa pietà
Non c'è nessun calore, nessuna elettricità
E oggi parlano i cani per sentirsi più buoni
Intorno al nostro fuoco cantano canzoni

Sior capitano aiutaci a attraversare
Questo mare contro mano
Sior capitano, da destra o da sinistra non veniamo
E questa notte non abbiamo 
Governo e parlamento non abbiamo e ragione
Ragione o sentimento non conosciamo
E quando capita ci arrangiamo
E ci arrangiamo
Con documenti di seconda mano
Con documenti di seconda mano

2/ Angelo Branduardi, Natale

Verrà il giorno
in cui lui ritornerà
fermandosi alla tua porta.
Come un tempo i gradini salirà
sicuro di essere atteso.
Tu cosa dirai, quando lui entrerà,
cercando tra gli altri il tuo volto?
Paura avrai, quando ti guarderà,
che possa trovarti cambiata.
Sorridi ora, aprimi ora la porta,
ancora sarà Natale, vedi che sono tornato.
E ridi ora, aprimi ora la porta,
con me tu riderai, ora che sono tornato.

Polvere e vento
con sé lui porterà...
profumo di terre lontane.
Lui che ha visto i paesi e le città
che tu hai soltanto sognato,
chissà oltre il mare
quante cose ha lasciato...
E tu che hai soltanto aspettato
dall'ombra uscirai, spiando il suo volto,
stupita nel primo vederlo.

Sorridi ora, aprimi ora la porta,
ancora sarà Natale, vedi che sono tornato.
E ridi ora, aprimi ora la porta,
con me tu riderai, ora che sono tornato.

3/ O è Natale tutti i giorni..., di Luca Carboni (canta con Jovanotti)

È quasi Natale
E a Bologna
Che freddo che fa
Io parto da Milano
Per passarlo
Con mamma e papà

Il mondo
Forse no, non è cambiato mai
E pace in terra
No non c'è
E non ci sarà
Perché noi non siamo uomini
Di buona volontà

Non so perché
Questo lusso di cartone
Se razzismo guerra e fame
Ancora uccidon le persone.

Lo sai cos'è,
Dovremmo stringerci le mani
O è Natale tutti i giorni
O non è Natale mai...

E intanto i negozi 
Brillano e brilla la TV
E le offerte speciali
E i nostri dischi si vendono di più

Il mondo
Forse no, non è cambiato mai
E pace in terra
Forse un giorno ci sarà
Perché il mondo ha molto tempo,
Ha tempo
Molto più di noi

E intanto noi
Ci facciamo i regali
Il giorno che è nato Cristo
Arricchiamo gl'industriali
E intanto noi
Ci mangiamo i panettoni
Il giorno che è nato Cristo
Diventiamo più ciccioni

Lo sai cos'è,
Dovremmo stringerci le mani
O è Natale tutti i giorni
O non è Natale mai...
O è Natale tutti i giorni
O non è Natale mai...