Tre ragazze africane parlano delle stranezze dell’Italia (di A.L.)

- Scritto da Redazione de Gliscritti: 06 /08 /2015 - 20:01 pm | Permalink
- Tag usati:
- Segnala questo articolo:
These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • email
  • Facebook
  • Google
  • Twitter

(Gli scritti 6/8/2015)

«La cosa più strana? Le donne italiane non vogliono figli. Questa cosa non l’ho mai vista in nessuna parte del mondo». Sono a cena in una casa di accoglienza per giovani donne in difficoltà e chiedo cosa trovino di strano loro, come immigrate, appena giunte nel nostro paese, degli italiani.

Insiste, mentre un’altra nigeriana ride, approvando. «Non esiste in nessuna parte del mondo che si possa essere donne senza avere figli».  «In nessuna parte del mondo!» - ripetono ancora.

Il gioco mi piace e continuo a porre la domanda.

La seconda risposta, da parte di una congolese, è: «Ho visto bambini alzare la voce con i loro genitori. Questo è inconcepibile. Non c’è rispetto degli adulti e degli anziani. Ho visto una volta: gridava proprio. Era un bambino con i suoi genitori». Spiegano che questo non è giusto, che i figli debbono chinare il capo dinanzi a chi ha dato loro la vita, a chi ha esperienza, e non ribellarsi da piccoli. Mostrano di avere chiaro che questo modo di fare è un errore educativo gravissimo, che mina alla radice l’intera società.

Poi una terza risposta: «Non c’è riservatezza, non c’è pudore. Ho visto due che si baciavano in autobus». E cominciano a ridere. «Da noi un uomo ed una donna si baciano solo quando sono in casa. Così, invece, mettono in imbarazzo tutti». E ridono ancora di gusto tutte insieme.