Maryam: «Prego Dio che ci riporti a casa». Un video da mostrare ai bambini dopo gli attacchi a Lahore in Pakistan per mostrare la risposta che i bambini possono dare alla violenza

- Scritto da Redazione de Gliscritti: 28 /03 /2016 - 11:42 am | Permalink
- Tag usati: , ,
- Segnala questo articolo:
These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • email
  • Facebook
  • Google
  • Twitter

Maryam è la ragazzina cristiana che con la sua famiglia fuggì da Qaraqosh a causa delle violenze dell’Isis/Daesh. In un’intervista all’emittente Sat 7 Arabic raccontò la sua vita a Erbil (Kurdistan) e, con parole semplici ma profonde, anche la sua fede, già così certa sebbene la giovanissima età. Da allora, grazie anche alla diffusione del video, sono nate molte iniziative legate a lei. Qui – il video è stato pubblicato il 24/3/2016 - presenta un modo per venire in soccorso attraverso il sostegno ad Aiuto alla Chiesa che soffre (Fondazione pontificia) e racconta la sua vita attuale: il bus, la scuola, le preghiere e il desiderio di diventare una cantante o una suora. Per approfondimenti, vedi la sotto-sezione La libertà religiosa e la persecuzione delle minoranze nella sezione Carità, giustizia e annunzio.

Il centro culturale Gli scritti (28/3/2016)

Questo il primo video che ha fatto conoscere la sua testimonianza in tutto il mondo:

E questa una sua ulteriore intervista: