Gli animali non sono animalisti (da L’amaca di Michele Serra)

- Scritto da Redazione de Gliscritti: 01 /08 /2016 - 15:20 pm | Permalink
- Tag usati: , ,
- Segnala questo articolo:
These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • email
  • Facebook
  • Google
  • Twitter

Riprendiamo da La Repubblica del 27/5/2016 un articolo di Michele Serra. Restiamo a disposizione per l’immediata rimozione se la presenza sul nostro sito non fosse gradita a qualcuno degli aventi diritto. I neretti sono nostri ed hanno l’unico scopo di facilitare la lettura on-line. Per approfondimenti, cfr. la sotto-sezione Ecologia nella sezione Carità, giustizia e annunzio.

Il Centro culturale Gli scritti (29/5/2016)

La natura è meravigliosa, ma non è “buona”. È potente e feroce. Così, quando ho letto che in un’oasi naturalistica nella laguna di Venezia centinaia di galline, conigli e porcellini d’India erano stati scannati, ho subito pensato alla volpe, al cane e alla faina (se non avete mai visto un pollaio dopo l’irruzione della faina, voi non sapete che cos’è una carneficina). Ma il proprietario dell’oasi, un appassionato animalista, denunciava una strage perpetrata da persone cattive, che odiano le bestie. Suscitando immediata e sdegnata campagna social contro gli assassini.

Ora risulta, dalle indagini, che a fare strage non sarebbe stato un Charles Manson delle bestie, ma Comare Volpe. Contrariamente a quanto asserito dal gestore dell’oasi, infatti, non è affatto vero che “i predatori uccidono solo quello che devono mangiare”. I predatori possono uccidere per fare scuola ai cuccioli, o perché l’odore del sangue li eccita, o per altre spigolature della loro complicata etologia. Tra l’altro, concentrare in pochissimo spazio galline, conigli e porcellini d’India è come aprire un supermarket gratuito per i molti predatori che vivono tra noi. Ho la fortuna di vivere nella natura da quasi tutta la vita. Posso assicurare che gli animali non sono animalisti. Mi dispiace aggiungere che — come in questo caso — molti animalisti non conoscono gli animali.