Preparare i canti dell’Avvento e di Natale con i bambini dell'Iniziazione cristiana. Brevissimi consigli dalla Ninna nanna di Natale ai canti della tradizione, di Andrea Lonardo

- Scritto da Redazione de Gliscritti: 29 /10 /2017 - 17:39 pm | Permalink
- Tag usati: , , , , , ,
- Segnala questo articolo:
These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • email
  • Facebook
  • Google
  • Twitter

Il Centro culturale Gli scritti (29/10/2017)

Anche se l’Avvento, e ancor più il Natale, sono lontani è questo il momento di scegliere nuovi canti da insegnare ai bambini dell’Iniziazione crstiana e ai loro genitori. La fede si trasmette anche tramite il canto e uno dei lingaggi biblici più importanti è quello innico: gli eventi della salvezza debbono essere celebrati e cantati, come avviene nei Salmi e negli inni paolini.

Suggeriamo allora alcuni canti per vivere questi tempi così importanti.

PER LA NOTTE DI NATALE

Per la notte di Natale riteniamo importantissimo invitare tutti i bambini alla Veglia di Natale e ricordare ai genitori che solo dopo la messa si aprono i regali, solo dopo aver posto il Bambino nel presepe.  

Suggeriamo di insegnare ai bambini per Natale la bellissima ninna nanna a Gesù bambino È una notte incantata che i bambini del cammino delle Comunioni potrebbero cantare appunto nella messa di mezzanotte, dopo l’omelia di chi presiede: È una notte incantata Ninna nanna a Gesù bambino per la notte di Natale (file audio, testi e accordi).

Ovviamente, oltre a questo canto o ad altri simili, non debbono mancare i canti della tradizione che possono e debbono essere commentati dai catechisti e imparati a memori dai bambini (si pensi alla ricchezza anche teologica dei canti di sant' Alfonso Maria de' Liguori

PER L’AVVENTO

Per l’Avvento consigliamo il canto meditativo Nella notte, o Dio, noi veglieremo, perché i bambini, oltre a canti con ritmi veloci, hanno bisogno anche di inni meditativi che li fanno sognare e immaginare:

Per lo stesso motivo suggeriamo anche il bellissimo canto Conducimi tu, Luce gentile, su testo del cardinal J.H. Newman

Qui in versione polifonica

PER LA SCUOLA

Ci permettiamo anche di offrire alcune riflessione sul perché è importante fare il Presepe a scuola, proprio in chiave inter-culturale, per una vera integrazione.

- Sul Presepe a scuola 1/ [Non c’è gesto più islamofobo che censurare la nostra vita comunitaria e nascondere il nostro vero volto di fronte ai musulmani come se noi per primi li ritenessimo non in grado di accettare ciò che siamo. Non all’altezza. Tutti in blocco fanatici e ottusi], di Michele Serra 2/ Essere laici non significa negare la religione, di Antonio Polito

- Il piccolo grande presepe dei dimenticati, di Davide Rondoni [N.B. de Gli scritti: come fare un Presepe includente a scuola, in chiave inter-culturale]

- Arabi o ebrei? Chi c’era nel presepe?, di Andrea Lonardo

ANCORA PER LE MESSE DEL TEMPO DI NATALE

Suggeriamo, infine, per il Tempo di Natale, di insegnare, oltre agli importantissimi canti tradizionali, anche La vera gioia, di Marco Frisina.