Perché è nuova e mai vecchia la croce di Cristo, mentre tutto passa?, di Andrea Lonardo

- Scritto da Redazione de Gliscritti: 03 /04 /2018 - 08:44 am | Permalink
- Tag usati: , ,
- Segnala questo articolo:
These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • email
  • Facebook
  • Google
  • Twitter

Riprendiamo sul nostro sito un breve testo di Andrea Lonardo. Per altri testi, cfr. la sezione Testi di Andrea Lonardo.

Il centro culturale Gli scritti (2/4/2018)

Il crocifisso di Carles Mani i Roig, voluto da Antoni Gaudí 
per la Cappella privata del piano nobile di Casa
Battló a Barcellona (1906). Le foto sono di Andrea Lonardo

Perché la croce di Cristo sarà nuova anche fra 2000 anni, mentre un i-phone dopo due anni è già vecchio e fra qualche anno Facebook, Twitter ed Instagram non esisteranno più?

La croce di Cristo è amore nuovo che cambia il mondo e lo rende nuovo.

Non è giusto confrontare la novità della croce innanzitutto con l’ebraismo, per capire perché essa sia nuova.

Era piuttosto il mondo classico, pagano e politeista, che preferiva la giustizia alla misericordia e anche la pietas vi aveva un ruolo marginale: la croce era impensabile, follia la definisce Paolo.

La novità permane nei secoli: per l’islam, che pure riconosce Gesù come vero inviato di Dio, la croce è una falsificazione storica dei cristiani, perché Gesù sarebbe asceso al cielo senza mai morire, come dice la Sura IV (sulla croce, dicono alcuni maestri e l’apocrifo musulmano di Barnaba, sarebbe morto invece Giuda). Al di là del problema storico – se si riconoscesse, infatti, la verità storica della croce si potrebbe leggere in maniera allegorica quella Sura e così anche altri versetti – è evidente che quella croce mostra in maniera nuova la misericordia di Dio, quella misericordia che è decisiva.

Ma anche la tolleranza degli illuministi, se si leggono gli scritti dei primi philosophes in materia, nasce da quella croce: essi ricordano come Gesù desiderasse la libera ricerca della verità a motivo della sua misericordia. Anche l’illuminismo nasce da quella croce: Vangelo e laicità sono due facce di una stessa storia, libertà e amore sono due facce della stessa “medaglia”.

Soprattutto, la croce di Cristo ha cambiato la nostra vita. Preti e laici, genitori e figli, catechisti e cantori, uomini della Caritas e della cultura, papi e fedeli. E ancora la cambia.

La croce di Cristo rinnova il mondo.