La straordinaria oggettività della liturgia (di L.S.)

- Scritto da Redazione de Gliscritti: 23 /07 /2007 - 00:16 am | Permalink
- Segnala questo articolo:
These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • email
  • Facebook
  • Google
  • Twitter

Che grazia l’oggettività dei sacramenti, della Scrittura, del dogma. Che grazia l’oggettività della liturgia. Essa deve essere celebrata con quelle parole e non con altre.

Conoscendo la pochezza di noi preti, di noi cristiani, se fosse possibile modificarle a piacimento, quale danno si produrrebbe, quali banalità emergerebbero.

Anche dove un prete non è chiaramente all’altezza, dove la sua teologia e la sua carità sono povere, ecco la grandezza dell’oggettività del dono di Dio, delle sue parole, della sua opera nell’opera della chiesa.