Decidere (di Andrea Lonardo)

- Scritto da Redazione de Gliscritti: 23 /07 /2007 - 00:21 am | Permalink
- Tag usati: , , ,
- Segnala questo articolo:
These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • email
  • Facebook
  • Google
  • Twitter

Quello della decisione è uno degli ambiti più problematici del tempo in cui viviamo. Scriveva G.Angelini, in un piccolo volumetto dal titolo Il discernimento, che la questione non consiste solo in cosa sia bene decidere, ma, prima ancora, se sia bene decidere!
L’etimologia del verbo decidere arricchisce di una immagine la questione: il termine discende dal latino de-cidere (cfr. ceduo), propriamente tagliar via, mozzare.
Il ad una scelta, deve essere completato da alcuni no, altrimenti è illusorio. E’ altrettanto vero che solo un a ciò che vale, giustifica i no che si dicono. Si possono esprimere dei che non coinvolgono nessun no, ma anche dei no che non implicano alcun – ed entrambi gli atteggiamenti non portano lontano!
“Gesù si diresse decisamente verso Gerusalemme”. Luca comprende l’orientamento di Gesù, la sua decisione. La sua vita non vaga a casaccio, ma va verso il luogo della suprema testimonianza. Forse è qui il senso teologico dell’aver omesso, da parte dei sinottici, le altre salite a Gerusalemme che Giovanni ci ricorda. E’ un modo di sottolineare ancor più la libertà dell’aver deciso un orientamento che comprende e coinvolge con sé tutto il resto.
Per alcuni testi sulla decisione, vedi su questo sito:
-Scegliere (da Cittadella di Antoine de Saint-Exupéry)

-Decidersi (da La mia vita di Marc Chagall)

-Che cos'è la libertà? (da Benedetto XVI)