La conoscenza, quel fuoco interiore che distingue l’uomo dagli animali, nel dialogo tra Bagheera e Mowgli (da Il Libro della giungla)

- Scritto da Redazione de Gliscritti: 02 /06 /2014 - 19:14 pm | Permalink
- Tag usati: , , , , ,
- Segnala questo articolo:
These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • email
  • Facebook
  • Google
  • Twitter

trascrizione dalla traccia n. 18. Il fiore rosso, CD n. 2, de Rudyard Kipling, Il libro della giungla, riscritto in chiave moderna da Alessandro Spanghero, edito da LibriVivi, Salani

Mowgli: “Bagheera, allora sono gli uomini ad avere il fiore rosso”.

Bagheera: “Sì e, siccome tu sei un cucciolo d’uomo, potrai averlo anche tu”.

Mowgli: “Ma mi hai sempre detto che il fuoco è pericoloso…”.

Bagheera: “Per noi animali certo, ma tu puoi imparare ad usarlo”.

Mowgli: “Ahhh… e come faccio a capire come si usa?”

Bagheera: “Ti basterà guardarlo. A pochi passi da qui c’è un vecchio tempio, illuminato notte e giorno da migliaia di fiamme. Là uomini come te custodiscono i segreti del mondo e le lingue di tutte le cose e imparano la conoscenza!

Mowgli: “La conoscenza?”

Bagheera: “Anche la conoscenza è una specie di fuoco, ma è invisibile e grazie a questo fuoco che hanno dentro gli uomini imparano a dominare la natura, il vento, la pioggia e a dominare anche il fuoco, quello che si vede e che a noi animali fa tanta paura”.

Mowgli: “E tu questo fuoco invisibile non ce l’hai?

Bagheera: “No, non ce l’ho… per possederlo bisogna essere uomini come te. Quel fuoco è quello che ci distingue e sarà la tua strada, la tua vita! Entra nel tempio, non avere paura, ti lasceranno passare, sei un uomo come loro. Osserva come fanno a prendere il fuoco e poi fai altrettanto, non ti sarà difficile. E una volta che lo avrai preso tra le mani, torna da me… Ma adesso vai, vai Mowgli, buona fortuna!”