Il caffè è il luogo oltre le necessità, il topos dell’inutile per eccellenza, la postazione in cui meglio si dispiega la visione del mondo (da Marcello Veneziani)

- Scritto da Redazione de Gliscritti: 27 /02 /2020 - 22:58 pm | Permalink
- Segnala questo articolo:
These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • email
  • Facebook
  • Google
  • Twitter

Da Marcello Veneziani, Il segreto del viandante (non è stato possibile verificare la fonte della citazione)

Il caffè è il luogo oltre le necessità, il topos dell’inutile per eccellenza, il posto, anzi la postazione in cui meglio si dispiega la visione del mondo, a partire dal suo senso letterale, propriamente visivo. Il caffè è il luogo filosofico per eccellenza. Il tavolino del caffè è uno spazio sacro che consente di sospendere la vita e il suo travaglio, di uscire dal suo corso e osservare da una zona franca e graziata dal sole le sue sofferenze e insensatezze, godendo di una speciale, seppur provvisoria, immunità.