Uz, il paese di Giobbe. Il luogo dove raccontare la storia di Giobbe a pellegrini e turisti in Giordania. Breve nota di Andrea Lonardo

- Scritto da Redazione de Gliscritti: 09 /03 /2014 - 14:05 pm | Permalink
- Tag usati:
- Segnala questo articolo:
These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • email
  • Facebook
  • Google
  • Twitter

Per approfondimenti sul libro di Giobbe, vedi la sotto-sezione corrispondente nella sezione Sacra Scrittura.

Il Centro culturale Gli scritti (9/3/2104)

Giobbe «viveva nella terra di Us» (Gb 1,1). Il luogo non è ovviamente importante dal punto di vista storico e di per sé non aggiunge nulla al racconto stesso, poiché l’autore ebraico vuole semplicemente collegare Giobbe ad una indefinita terra desertica ad est di Israele.

Ma, poiché Uz è anche il nome di un capo hurrita di Seir-Edom (Gen 36,20-21.29.30), oltre che di un figlio e di uno zio di Aram (Gen 10,23 e 22,20-21), e poiché in Lam 4,21 si dice della figlia di Edom «Esulta pure, gioisci, figlia di Edom, che abiti nella terra di Us», se ne può dedurre che l’autore ebraico collocava la storia di Giobbe in Edom – altrimenti la storia sarebbe da collocare comunque ad est di Israele in terre aramee, a sud di Damasco.

Il regno edomita aveva per capitale Petra ed era situato ad est dell’Arabà (che oggi divide il deserto del Negheb dalla Giordania).

Il contesto geografico più adatto per leggere e commentare il libro di Giobbe è allora un luogo desertico qualsiasi a nord di Aqaba, come, ad esempio, wadi Rum (wadi Ramm). Oppure per presentare Giobbe si potrebbe scegliere la stessa città di Petra.

Per approfondimenti sulla Giordania, cfr. Giordania: la storia della salvezza vista dai fratelli (divenuti nemici e poi riconciliati). Meditazioni di Andrea Lonardo.