La confusione europea rivelata dalle elezioni vinte dalle sinistre in Danimarca. A nessuno interessa dell’Europa, di Giovanni Amico

- Scritto da Redazione de Gliscritti: 09 /06 /2019 - 14:06 pm | Permalink
- Tag usati: , , ,
- Segnala questo articolo:
These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • email
  • Facebook
  • Google
  • Twitter

Riprendiamo sul nostro sito una breve nota di Giovanni Amico. Per approfondimenti, cfr. le sezioni Immigrazione ed Europa.

Il Centro culturale Gli scritti (9/6/2019)

Questo è la confusione politica in cui viviamo. In Danimarca vincono le sinistre perché scelgono la linea dura sui migranti. Non l’Italia, non le destre, ma la sinistra danese. E il dramma non è semplicemente questo: è ancora più profondo. Il dramma intellettuale è che a nessun commentatore in Italia venga nemmeno in mente di contestare questa posizione politica delle sinistre danesi.

Se qualcuno ragionasse con coerenza e si rendesse conto delle conseguenze politiche per l’Italia di tale posizione anti-immigrazione delle sinistre europee, potrebbe almeno chiedere ai socialisti danesi di stanziare un contributo economico per far sorgere in Italia delle cooperative di migranti che coltivino la terra o che sostengano una nuova azienda nella quale farli lavorare, se proprio non vogliono contribuire ad accogliere i migranti che sbarcano da noi. Oppure potrebbe chiedere loro di acquistare più beni dalle cooperative italiane nelle quali lavoreranno i migranti, se proprio le sinistre hanno deciso di continuare a serrare i confini danesi a nuovi arrivi.

Ma certo è che – nell’assoluta assenza di una politica danese ed europea di accoglienza dei migranti – una tale posizione del nord d’Europa socialista rafforza chi, nel sud dell’Europa, si sente abbandonato da quel nord sul fronte dell’accoglienza.

Poiché siamo europei e non nazionalisti o sovranisti gradiremmo che anche i nostri intellettuali ragionassero da europei e non semplicemente da tifosi della destra o della sinistra e, finalmente, fuoriuscissero dagli slogan e iniziassero ad occuparsi seriamente dell’impasse che esiste sui migranti, in un atteggiamento di mancanza di accoglienza che è assolutamente condiviso “europeisticamente” sia a destra che a sinistra.  

Cfr. su questo un nostro precedente articolo: Dell’Europa non interessa a nessuno. Interessano solo i voti degli italiani. Il fatto che le frontiere di tutta Europa siano chiuse, che non vi sia una politica per l’Africa, che l’eutanasia sia comandata e che delle radici culturali dell’Europa sia vietato parlare, tutto questo non interessa a nessuno, né a destra, né a sinistra. Per questo, è fondamentale andare a votare, di Giovanni Amico